Source de Vie - Leggere la Bibbia "L’insegnamento del saggio č una fonte di vita per evitare a uno i lacci della morte." La Bibbia - Proverbi 13:14

Leggere la Bibbia

Giosuč


Prima pagina Insegnamenti Bibbia Servizi

De ā

Giosuč

- capitolo 11 -

1Quando Jabin, re di Hatsor, venne a sapere queste cose, mandō messaggeri a Jobab re di Madon, al re di Scimron, al re di Akshaf,
2ai re che erano al nord nella regione montuosa, nell'Arabah, a sud di Kinnereth, nel bassopiano e sulle alture di Dor, a ovest,
3ai Cananei che erano a est e a ovest, agli Amorei, agli Hittei, ai Perezei, ai Gebusei nella regione montuosa, agli Hivvei ai piedi del monte Hermon nel paese di Mitspah
4Cosė essi uscirono, essi e tutti i loro eserciti con loro, una stragrande moltitudine come la sabbia che č sulla riva del mare e con cavalli e carri in grandissima quantitā.
5Cosė tutti questi re si riunirono e vennero ad accamparsi assieme presso le acque di Merom, per combattere contro Israele.
6Ma l'Eterno disse a Giosuč: Non aver paura a motivo di loro, perché domani a quest'ora li farō vedere tutti uccisi davanti a Israele. Taglierai i garetti ai loro cavalli e brucerai i loro carri.
7Giosuč dunque, e tutta la gente di guerra con lui, marciō all'improvviso contro di essi alle acque di Merom e piombō su di loro;
8e l'Eterno li diede nelle mani degli Israeliti, i quali li batterono e li inseguirono fino a Sidone la grande, fino alle acque i Misrefoth e fino alla valle di Mitspah, verso est; li batterono fino a non lasciar loro alcun superstite.
9Giosuč li trattō come gli aveva detto l'Eterno: tagliō i garetti ai loro cavalli e bruciō i loro carri.
10In quello stesso tempo Giosuč ritornō e prese Hatsor, e uccise il suo re con la spada, perché in passato Hatsor era stata la capitale di tutti quei regni.
11passō a fil di spada tutte le persone che vi si trovavano, votandole allo sterminio; non lasciō anima viva; poi diede Hatsor alle fiamme.
12Cosė Giosuč prese tutte le cittā di quei regni e tutti i loro re e li passō a fil di spada, votandoli allo sterminio, come aveva ordinato Mosč, servo dell'Eterno.
13Ma Israele non arse alcuna delle cittā poste sui colli, ad eccezione di Hatsor, la sola che Giosuč incendiō.
14I figli d'Israele presero per sé tutto il bottino di quelle cittā e il bestiame, ma passarono a fil di spada tutti gli uomini fino a sterminarli, e non lasciarono anima viva.
15Come l'Eterno aveva comandato a Mosč suo servo, cosė Mosč comandō a Giosuč, e cosė fece Giosuč, il quale non trascurō nulla di tutto ciō che l'Eterno aveva comandato a Mosč.
16Giosuč dunque prese tutto quel paese, la regione montuosa, tutto il Neghev, tutto il paese di Goscen, il bassopiano, l'Arabah, la regione montuosa d'Israele e i suoi bassopiani,
17dal monte Holak che si eleva verso Seir, fino a Baal-Gad nella valle del Libano ai piedi del monte Hermon; prese tutti i loro re, li colpė e li mise a morte.
18Giosuč combattč con tutti quei re a lungo.
19Non ci fu cittā che facesse pace con i figli d'Israele, eccetto gli Hivvei che abitavano in Gabaon; le presero tutte combattendo.
20Era infatti l'Eterno stesso che induriva il loro cuore perché facessero guerra contro Israele, affinché Israele li votasse allo sterminio senza usare alcuna pietā verso di loro, ma li annientasse come l'Eterno aveva comandato a Mosč.
21In quello stesso tempo Giosuč si mise in marcia e sterminō gli Anakiti della regione montuosa: di Hebron, di Debir, di Anab, di tutta la regione montuosa di Giuda e di tutta la regione montuosa d'Israele; Giosuč li votō al completo sterminio con le loro cittā.
22Non rimasero pių Anakiti nel paese dei figli d'Israele; ne rimasero solo alcuni in Gaza, in Gath e in Ashdod.
23Cosė Giosuč prese tutto il paese, esattamente come l'Eterno aveva detto a Mosč; Giosuč quindi lo diede in ereditā a Israele, secondo le loro divisioni per tribų. E il paese ebbe riposo dalla guerra.

© Source de Vie - Qualsiasi copia č autorizzata e sostenuta citanto http://www.sourcedevie.com/paginahome.htm
- Ultimo aggiornamento il 20/01/2009 -